Centri di medicina del lavoro in Emilia Romagna: a cosa servono?

I centri di medicina del lavoro in Emilia Romagna sono una realtà molto importante, tanto per gli imprenditori quanto per i lavoratori dipendenti che operano in questa regione; quella del medico del lavoro, peraltro, è una figura professionale istituita e disciplinata dalla legge italiana, anche per tale motivo, dunque, è da considerarsi importantissima.

Il medico del lavoro

Il medico del lavoro è un medico che può occuparsi autonomamente della prevenzione, della diagnosi e della cura di patologie correlate, più o meno direttamente, allo svolgimento di un’attività lavorativa.
Come noto, praticare una qualsiasi professione può esporre la persona a dei rischi estremamente variegati, i quali meritano certamente di essere valutati con la dovuta accortezza.

Lavoro e rischi per la salute

Può accadere anzitutto, soprattutto in ambito industriale, che un lavoratore sia costantemente esposto ad agenti chimici, oppure all’inalazione di sostanze potenzialmente pericolose; da questo punto di vista merita certamente una menzione l’amianto, sostanza cancerogena in passato largamente impiegata in edilizia la quale deve essere smaltita con specifiche modalità affinché ne sia annullata la pericolosità.

prenota una visita in un centro di medicina del lavoro in Emilia RomagnaUn lavoratore, allo stesso tempo, può essere costantemente sottoposto a fonti di inquinamento acustico, radiazioni elettromagnetiche, batteri, tutti aspetti che, nel lungo periodo, possono comportare l’insorgere di una patologia.
Rischi strettamente connessi all’attività lavorativa sono certamente legati anche alla possibilità che si verifichino degli incidenti, ma in tal caso si rientra in un ambito differente rispetto alla medicina del lavoro, ovvero la sicurezza sul lavoro.

Medici del lavoro e imprenditori

I centri di medicina del lavoro in Emilia Romagna hanno un ruolo importantissimo per l’imprenditoria e per i lavoratori di questa regione non solo per il motivo più ovvio, ovvero per scongiurare il rischio che determinate attività professionali possano implicare l‘insorgere di patologie, ma anche perché si tratta, come detto, di una figura prevista dalla legge.
E’ previsto che il datore di lavoro infatti, una volta effettuata la cosiddetta “valutazione dei rischi” come stabilito dalla normativa vigente, nomini un medico del lavoro che possa tutelare la salute dei lavoratori dipendenti.
L’imprenditore può scegliere di assumere un medico competente, tuttavia questo è un lusso che, in termini economici, possono permettersi solo poche grandi aziende; la soluzione più scelta, nonché assolutamente prevista dalla normativa italiana, è quella di affidarsi a dei professionisti esterni regolarmente abilitati.
Un centro di medicina del lavoro in Emilia Romagna, dunque, può rappresentare un autentico punto di riferimento per tutti gli imprenditori che hanno la necessità di designare questa figura professionale.

Medici del lavoro e lavoratori dipendenti

I medici del lavoro, ovviamente, sono sempre a disposizione dei lavoratori dipendenti: nel caso in cui un lavoratore sospettasse di essere interessato da una patologia connessa con l’attività professionale svolta, può liberamente rivolgersi a tali figure professionali per ottenere un parere autorevole e, eventualmente, per ufficializzare la diagnosi e per intraprendere una cura idonea.
Le competenze di questi professionisti, infatti, consentono loro non solo di poter diagnosticare eventuali stati patologici, ma anche di stabilire se, effettivamente, il problema di salute è insorto per via dell’attività lavorativa svolta o per ragioni differenti.

I centri di medicina del lavoro in Emilia Romagna possono rappresentare, dunque, un validissimo riferimento tanto per gli imprenditori tanto per i loro dipendenti.